Trattamento della prostatite con fedi aloe

Come mettere una candela nel retto della prostata

Non riesco a ritrovare il testo dell'intervista da nessuna parte in rete, in compenso ho trovato questo lancio dell'ANSAin cui diceva trattamento della prostatite con fedi aloe le stesse cose che hai scritto tu e denunciava una fretta eccessiva nel lancio della campagna di vaccinazione facoltativamotivata da interessi economici. L'intervista a Garattini devo averla letta anche io da qualche parte Eccola, ora la rileggo, grazie. PS: Sul post linkato, mi hai linkato il blog.

Ti riferisci al primo post? WeWeec'è qualche prova che questo sottotipo influenzale muti? In generale, è possibile, che tu sappia, avere mutazioni genetiche nei virus nel giro di pochi giorni in condizioni dell'ospite "ottimali"? Non mi sono interessato molto alla vicenda trattamento della prostatite con fedi aloe suina" quindi potrei essere il Joe the plumber o il Mario Rossi della situazione.

L'impressione che ho ricavato seguendo i titoli dei giornali e dei tg è stata molto contraddittoria. L'impressione era che da un lato si facessero affermazioni che potevano creare panico dall'altra si cercasse di tranquillizzare. Ripeto non ho seguito bene la vicenda quindi la mia domanda è : davvero l'allarmismo è dovuto solo ai mezzi di comunicazione?

Nessun "aiutino" da qualche membro del governo? Comunque, anche se non ho seguito con attenzione, non mi è sfuggita la patetica ricerca del "primo morto italiano". Mamma mia che ginepraio che hai alzato Una precisazione da un appassionato di virus.

Le mutazioni possono avvenire in due modi, parlando di influenza, i cui nomi sono: antigenic drift e antigenic shift. Il primo caso è quello comune, la sequenza di RNA perché il virus influenzale è ad RNA, non a DNA cambia e le proteine che si formano sono diverse, ha una probabilità di avvenire bassa, ma per i virus che non hanno nessun meccanismo di correzione degli errori di traduzione, anche questa bassa probabilità è da considerare. Il secondo tipo invece è tipico dell'influenza: il virus contiene 8 frammenti di RNA, non è una unica catena, questo porta ad alcune considerazioni molto importanti per la nascita di una malattia letale: se due virus diversi ad esempio A H1N1 "suino" e A H1N1 umano infettassero la stessa cellula ad esempio infettassero contemporaneamente un maiale si potrebbero scambiare trattamento della prostatite con fedi aloe frammenti, causando la nascita di trattamento della prostatite con fedi aloe virus nuovo, mai visto prima, potenzialmente molto più pericoloso.

Il pericolo poi aumenta se facciamo il giochino con A H5N1 e A H1N1 suino, visto che l'aviaria ancora gira indisturbata: il risultato potrebbe essere un virus con la capacità infettiva di A H1N1 suino e la mortalità di A H5N1, con effetti devastanti. Non voglio nemmeno pensarci. La vaccinazione contro A H1N1 suino e trattamento della prostatite con fedi aloe stagionale limiterebbero questo scenario, perché nella sciagurata ipotesi di prendersi l'aviaria, saremmo comunque immuni dalle altre due, scongiurando la nascita del "virus perfetto" Ah, per fortuna l'antigenic shift avviene solo se due virus diversi infettano la stessa cellula, quindi anche qui, ipotesi relativamente remota.

Acc, WeWee: ho sbagliato il link. Mi riferivo a questo qui. Grazie della spiegazione Trattamento della prostatite con fedi aloe.

Sui tempi di mutazione si sa qualcosa? Ed essi possono estendere ad ogni virus? Ottimo lavoro Wewee Non a caso l'influenza è sempre nuova ogni anno, e la stessa H5N1 in breve tempo è mutata. Considerando che ogni virus ha i suoi tempi, giudica tu: ogni anno l'influenza cambia e bisogna cambiare il vaccino, i pazienti con HIV hanno cure che rallentano il virus ma non lo fermano perché al loro interno il virus nel tempo cambia, d'altro canto trattamento della prostatite con fedi aloe varicella è sempre la stessa.

Per la domanda su influenza direi che è possibile, ma poco probabile. Ovviamente per "poco probabile" intendo un caso su mille, non trattamento della prostatite con fedi aloe caso su mille miliardi. Non ti so dire esattamente i tempi, ma influenza muta parecchio, purtroppo. Grazie ancora Giulianosono info utili per rispondere ad un paio di domande sull'ebolavirus che mi ha posto un caro amico biotecnologo sulla carta XD Avevo bisogno di ridere un po' stamattina :P.

Vuoi "smontare" quel romanzo fantathriller che parla di "organismi viventi" dentro la cellula? Per favore Se mi devo basare sulla mia esperienza recente il vaccino non lo rifaccio non per i motivi spesso ridicoli dei complottisti, ma semplicemente perché fra una bella infuenzona che mi stronca per una settimana e tanti piccoli malanni che non sfogano e si trascinano per tutto l'inverno, preferisco la prima. Segnalo questo articolo di una "Wewee americana", che a dire il vero è un pelino più drammatico, anche se di base dice le stesse cose: i ricoveri in ospedale per una città come la mia sarebbero un centinaio su diversi mesi, nulla di eccezionale.

Ho capito bene? Quanto al panico: se solo questi cretini di giornalisti, invece di dire il numero di morti per influenza, dicessero il tasso di mortalità e lo paragonassero alle altre influenze, sarebbe tutto più semplice. La mortalità dell'influenza è documentata statisticamente ogni anno, no? Poi, riguardo gli allarmismi, è assolutamente corretta la posizione adottata dalle istituzioni che non hanno mai diffuso panico. Piuttosto, trattamento della prostatite con fedi aloe diffusione del panico hanno provveduto, con una mancanza di professionalità imbarazzante e tangibile, i media TV e giornali cartacei in prima linea con titoli tipo "nuova vittima dell'influenza" a caratteri cubitali salvo poi, in minuscolo, scrivere "ma era cardiopatico, tubercolotico e aveva 90 anni".

Chiaramente ironizzo, ma il tenore di molti servizi ed articoli è proprio quello. Mi hai convinto: siccome sono giovane e bello Settimana scorsa alla riunione dei genitori per trattamento della prostatite con fedi aloe dell'asilo nido se ne sentivano di ogni. Se permetti, stampo l'articolo e lo do alla direttrice da apporre in bacheca. Wewee: oltre che ringraziarti per l'articolo assai utile come trattamento della prostatite con fedi aloe, avrei un suggerimento: ho notato che in molti tuoi post usi separare il soggetto dal suo verbo con la virgola.

Come regola generale è sempre meglio che il soggetto e il suo verbo siano leggibili il più possibile insieme. E ora una pignoleria :P "né" vuole l'accento grave. Piuttosto, alla diffusione del panico hanno provveduto, con una mancanza di professionalità imbarazzante e tangibile, i media.

Lo penso anche io. Ora si è aggiunta una catena che gira su Facebook e che mi hanno già inviato 8 volte, a firma di Romina Power McG: Se permetti, stampo l'articolo e lo do alla direttrice da apporre in bacheca. Sisi, certo Questo uso della virgola è errato. Io, penso che tu abbia ragione Grazie, a, te.

Bon, mi pare che hai detto tutto. Un piccolo contributo debunkerista ironico. Ma sbaglio o sono i complottisti a vantare le proprieta' taumaturgiche della cartilagine di squalo? E poi trattamento della prostatite con fedi aloe scagliano lancia in resta contro un prodotto estratto dal medesimo squalo?

Ps: giovane e bello??? Il mercurio contenuto nei vaccini non ha mai dimostrato di provocare danni. Parleremo in ogni caso del mercurio negli articoli adatti di prossima pubblicazione. Qui basti sapere che il normale vaccino per l'influenza NON contiene mercurio o suoi derivati in molte delle sue formulazioni Credo che qui sia poco chiaro: prima si dice che il mercurio nei vaccini non c'è; poi si dice che il mercurio è presente, ma non sono mai stati dimostrati dei danni provocati dal mercurio contenuto nei vaccini; ed infine si dice nuovamente che il mercurio non c'è.

Hanmar: " E poi si scagliano lancia in resta contro un prodotto estratto dal medesimo squalo? Mi viene in mente una battuta di Woody Allen che ho risentito di recente ricostruzione a memoria molto lacunosa e altamente inattendibile : Erano alcuni giorni che sentivo questi disturbi ma non mi decidevo di andare dal medico e farmi fare costose analisi per sapere che avessi. Scoprii che il mio amico John aveva gli stessi disturbi e lo convinsi a farsi visitare.

Pensavo infatti che scoperto cosa avesse lui avrei potuto curarmi allo stesso modo. Presi un farmaco da 25 dollari e fui molto contento dei soldi che avevo risparmiato. Due giorni dopo la moglie di John mi chiama annunciandomi la morte del marito! Sconvolto corsi dal medico a farmi fare tutte le analisi possibili ed immaginabili perché chissà cosa non avevano visto in John e che probabilmente avevo pure io. Pagai dollari per sentirmi dire che avevo la colite.

Telefonai alla moglie di John per sentire come se ne fosse andato. L'aveva investito un'auto! WeWee: " Il mio "problema" che scrivo mentre penso " Mai fare due cose insieme; le strategie possbili sono: - prima pensa e poi scrivi - prima scrivi e poi pensa.

Un nanomungo fresco di giornata a chi indovina quali blogger adottano quest'ultima tecnica. Nel mondo, ogni anno, muoiono milioni di persone, vittime della malaria, i notiziari di questo non parlano… Nel mondo, ogni anno muoiono due milioni di bambini per diarrea che si potrebbe evitare con un semplice rimedio che costa 25 centesimi.

I notiziari di questo non parlano… Polmonite e molte altre malattie curabili con vaccini economici, provocano la morte di 10 milioni di persone ogni anno. La casa farmaceutica internazionale Roche con il suo famoso Tamiflu, vendette milioni di dosi ai paesi asiatici. Con questa influenza, Roche e Relenza, ottennero milioni di dollari di lucro. E tutti i notiziari del mondo parlano di questo.

Carlos Alberto Morales Paità Nuova influenza: impunità garantita alle case farmaceutiche per i danni del vaccino. Credo che qui sia poco chiaro Provo a spiegarmi meglio: - In molti vaccini ERA contenuto un derivato del mercurio. Ne riparleremo. Drakkar: in realtà concordo "completamente a metà" con la "puttanata": che ci sia chi fomenta il panico per vendere più vaccini, secondo me, è fuori di dubbio.

E pure sulla nostra miopia sulle tragedie del terzo mondo c'è poco da dubitare. Beh, Rumsfeld, dài, è istrionico, sta a questi messaggi come il prezzemolo alle polpette. Specifico: non per panico da maiale, ma per protesta contro questi trattamento della prostatite con fedi aloe di allevamento.

E ancor più, come distingui da una presunta pandemia che non ha fatto danni perchè si sarebbe estinta da sola, da una che non ha fatto danni proprio grazie a quel cordone sanitario, quei controlli, quei vaccini? Sono rischi, e come tali bisogna trattarli. Ci si arma, si minimizzano le possibilità nefaste, certo senza allarmismi catastrofisti,ma anche senza pensare che tutto è rose e fiori e lo sarà sempre trattamento della prostatite con fedi aloe comunque.

O la volta che viene una nuova Spagnola e se è successo Io, ad abbandonare i beneamati suini e bovini, non ce la farei proprio :D. Terenzio: - prima scrivi e poi pensa.

Se ti tieni il nanomungo posso addirittura indicarti un forum dove si cita spesso WeWee e dove tutti gli utenti sembrano essere conformi alla regola "prima scrivi e poi pensa". In questi giorni si sono lanciati in una versione piu' sofisticata : "prima vi dimostro che i vaccini sono inutili, poi cerco i dati".