Trattamento della prostatite cronica con levofloxacina

Vitaprost supp Recto n10

La levofloxacina è un principio attivo antibiotico appartenente alla classe dei fluorochinoloni di terza generazione. Il farmaco viene commercializzato sotto varie forme adatte sia alla somministrazione orale che a quelle parenterale e oculare. Nel nostro Paese viene distribuito da diverse case farmaceutiche con vari nomi commerciali dei quali il più noto è probabilmente il Levoxacin.

La levofloxacina Levoxacin è indicata nei soggetti in età adulta per il trattamento delle seguenti patologie infettive:. Per le infezioni sopra riportate, la levofloxacina Levoxacin deve essere usata soltanto quando è considerato inappropriato il ricorso ad agenti antibatterici comunemente raccomandati per il trattamento iniziale di queste infezioni. Le formulazioni in compresse contengono o mg di levofloxacina Levoxacin. È compito del medico curante stabilire i dosaggi più appropriati al caso dipende dal tipo di infezione contratta e dalla sua localizzazione.

Eventuali cambi di dosaggio o sospensione del trattamento devono essere decisi dal medico curante. Non ci si deve esporre alla luce solare diretta durante il trattamento con levofloxacina Levoxacin ; tale divieto permane per 2 giorni trattamento della prostatite cronica con levofloxacina la fine del trattamento. Si osservino queste precauzioni:. È molto probabile che lo stafilococco aureo resistente alla meticillina MRSA dimostri una resistenza crociata ai fluorochinoloni, levofloxacina Levoxacin inclusa.

I medici, pertanto, devono tenere conto della prevalenza locale di resistenza di E. Il rischio di tendinite e di rotture tendinee risulta trattamento della prostatite cronica con levofloxacina nei pazienti con più di 60 anni, nei pazienti che ricevono dosi giornaliere di 1. Nei pazienti anziani la dose giornaliera deve essere aggiustata in base alla clearance della creatinina. Un monitoraggio attento di questi pazienti è pertanto necessario se viene loro prescritta levofloxacina Levoxacin.

Tutti i pazienti devono consultare il medico se accusano sintomi di tendinite. È pertanto importante prendere in considerazione questa diagnosi nei pazienti che sviluppano diarrea grave durante o dopo il trattamento con levofloxacina Levoxacin.

In caso di CDAD sospetta o confermata, deve essere interrotta immediatamente la terapia con levofloxacina Levoxacin e devono essere adottate immediate misure terapeutiche. In questo contesto clinico i prodotti che inibiscono la peristalsi trattamento della prostatite cronica con levofloxacina controindicati.

I chinoloni possono abbassare la soglia convulsiva e di conseguenza possono scatenare convulsioni. La levofloxacina Levoxacin è controindicata in pazienti con anamnesi di epilessia e, come per altri chinolonici, deve essere utilizzata con particolare cautela in pazienti predisposti ad attacchi convulsivi o in coloro sottoposti a terapie concomitanti con principi attivi come la teofillina che riducono la soglia convulsiva cerebrale.

In caso di convulsioni, il trattamento con levofloxacina Levoxacin deve essere interrotto. Per tale ragione, se si vuole usare levofloxacina Levoxacin in questo tipo di pazienti, deve essere monitorato il potenziale verificarsi di trattamento della prostatite cronica con levofloxacina. Poiché levofloxacina Levoxacin viene escreta principalmente per via renale, le dosi di levofloxacina Levoxacin devono essere opportunamente adattate in caso di compromissione renale. Con levofloxacina Levoxacin sono stati riportati casi di reazioni cutanee bollose gravi, quali sindrome di Steven-Johnson o necrolisi epidermica tossica.

Come accade con tutti i chinoloni, sono stati segnalati disturbi della glicemia, inclusa sia ipoglicemia che iperglicemia, solitamente in pazienti diabetici che sono in trattamento concomitante con ipoglicemizzanti orali per esempio, glibenclamide o con insulina. Sono stati riportati casi di coma ipoglicemico.

Si raccomanda di monitorare attentamente la glicemia nei pazienti diabetici. Durante la terapia con levofloxacina Levoxacin è stata riportata fotosensibilizzazione. Si raccomanda ai pazienti di non esporsi inutilmente alla luce solare intensa o a raggi ultravioletti artificiali lampada solare, solarium ecc.

Nei pazienti che assumono chinoloni, inclusa levofloxacina Levoxacinsono state segnalate reazioni psicotiche. Queste, in casi molto rari, sono progredite a pensieri suicidi e comportamenti autolesivi, talvolta dopo soltanto una singola dose trattamento della prostatite cronica con levofloxacina levofloxacina Levoxacin.

Nel caso in cui il paziente sviluppi queste reazioni, si deve interrompere levofloxacina Levoxacin e si devono istituire misure appropriate. Si raccomanda attenzione nel caso in cui si debba utilizzare levofloxacina Levoxacin nei pazienti psicotici o nei pazienti con precedenti di malattia psichiatrica. Pertanto si deve esercitare cautela quando si usano fluorochinoloni, inclusa levofloxacina Levoxacinin queste popolazioni. Se il paziente presenta sintomi da neuropatia, il trattamento con levofloxacina Levoxacin deve essere interrotto per prevenire lo sviluppo di una situazione irreversibile.

Con levofloxacina Levoxacin sono stati descritti casi di necrosi epatica fino ad insufficienza epatica letale, soprattutto in pazienti affetti da gravi malattie concomitanti come, per esempio, setticemia. I pazienti devono essere informati di interrompere il trattamento e di contattare il medico nel caso in cui si sviluppino segni e sintomi di sofferenza epatica come, per esempio, anoressia, ittero, urine scure, prurito o addome sensibile alla palpazione.

I trattamento della prostatite cronica con levofloxacina, inclusa levofloxacina Levoxacinhanno attività bloccante neuromuscolare e possono esasperare la debolezza muscolare in pazienti con miastenia gravis. La levofloxacina Levoxacin non è raccomandata in pazienti con anamnesi di miastenia gravis. Se la vista diventa compromessa o se si verifica qualsiasi effetto sugli occhi, si deve consultare immediatamente un medico oculista.

Se si verifica superinfezione in corso di terapia, vanno intraprese le opportune misure. È particolarmente informare il proprio medico curante qualora sia stiano assumendo una o più di questi medicinali o sostanze:.