La prostatite si trasmette per via orale

Raccomandazioni dopo il tour di BPH

Vediamo quali sono i sintomi, come il bruciore o l'odore fastidioso, che possono far sospettare una proliferazione di questo batterio, conoscerli infatti è importante per intervenire in tempo con la terapia adatta.

Scopriremo poi anche le cause dell'infezione e quindi le strategie di prevenzione ed i rimedi naturali da affiancare alle cure farmacologiche. Il periodo di incubazione dura pochi giorni ed essendo la modalità di trasmissione di tipo sessuale le zone colpite dal germe Gardnerella possono essere il glande nell'uomo, la vagina nella donna, ma anche l'ano, in caso di sesso anale, e la bocca e la gola, in caso di sesso orale.

Il batterio G. Le cause La prostatite si trasmette per via orale determinano l'aumento del numero di questi batteri possono essere:. Rapporti sessuali completi: con eiaculazione in vagina. Questo accade perchè l'aumento del La prostatite si trasmette per via orale vaginale fa diminuire il numero di lactobacilli presenti in vagina, che sono dei batteri che tengono "sotto controllo" la proliferazione di altri ceppi batterici. Se diminuisce il numero di lactobacilli altri batteri, tra i quali appunto Gardnerella, possono proliferare e causare infezione.

Dispositivi contraccettivi meccanici: come per esempio la spirale. Difatti la presenza di questo "corpo estraneo" all'interno dell'utero, favorisce la proliferazione batterica e la comparsa di infezioni. Gravidanza: predispone ad un maggiore rischio di infezioni vaginali sostenute da Gardnerella e Candida, talvolta associate a cistite, La prostatite si trasmette per via orale causa dei cambiamenti ormonali in atto in questo periodo che causano una lieve riduzione delle difese immunitarie predisponendo la donna ad un maggiore rischio di infezioni.

Cure antibiotiche: infatti questi farmaci distruggono anche i batteri non patogeni, quelli che mantengono sotto controllo la proliferazione di alcuni ceppi batterici, come Gardnerella, che se presenti in gran numero diventano patogeni.

Igiene intima non adeguata o scorretta: per esempio il lavarsi di rado o il lavarsi troppo di frequente, utilizzando detergenti aggressivi che modificano il pH vaginale o facendo uso troppo spesso di lavande vaginali.

Una donna colpita da vaginosi batterica causata da G. Tuttavia nei casi in cui l'infezione sia invece sintomatica si riscontrano i seguenti sintomi tipici:. Odore caratteristico di pesce marcio: molte donne riferiscono di sentire La prostatite si trasmette per via orale vera e propria puzza di pesce. Questo è causato da alcune sostanze prodotte dal batterio come La prostatite si trasmette per via orale putresceina e la cadaverina. Il cattivo odore si sente sia dopo i rapporti sessuali che durante il corso della giornata.

Presenza di leucorrea: cioè di perdite vaginali, che hanno un colore giallastro - grigio e sono maleodoranti. Talvolta possono essere presenti anche lievi perdite ematiche che si manifestano come striature rosse nelle secrezioni giallastre. Approfondisci i diversi tipi di leucorrea e le relative cause. Bruciore: talvolta possono essere presenti bruciore a livello vulvare e dolore durante i rapporti sessuali.

In alcuni casi in cui l'infezione risulta particolarmente importante possono essere presenti anche reazioni sistemiche come dolore addominale e febbre. Bruciore a livello del glande e del prepuzio: specialmente durante i rapporti sessuali. Tra i test utilizzati per diagnosticare la presenza di questo batterio abbiamo:. Tampone: il tampone vaginale, nella donna, e uretrale, nell'uomo, consente di osservare al microscopio e La prostatite si trasmette per via orale dell'utilizzo di alcuni reagenti, le secrezioni vaginali o uretrali al fine di identificare la presenza di anomalie e di batteri.

Questo esame è di semplice esecuzione e, sebbene sia consigliato eseguirlo in uno studio medico e presso un laboratorio di analisi, esistono dei kit in farmacia che possono essere utilizzati dal paziente stesso e che contengono dei tamponi, per prelevare il campione, e dei reagenti con cui mettere a contatto il tampone, per comprendere se sono presenti batteri patogeni oppure no.

Fishy odor test: è un test che si basa sul caratteristico odore di pesce emanato dalle perdite vaginali e uretrali nel caso di infezione da Gardnerella.

Se si svilupperà il caratteristico odore di pesce marcio saremo in presenza di infezione da Gardnerella. Valutazione del pH: questo esame si esegue soltanto nella donna e consiste nella valutazione del pH vaginale. Si esegue un tampone vaginale e le secrezioni ricavate vengono poi messe a contatto con delle cartine che valutano il pH indicando l'acidità o la basicità del campione mediante una scala di colori.

Ricerca di "clue cells": le "clue cells" sono cellule dell'epitelio vaginale che al microscopio appaiono piene di puntini perchè sono presenti su di esse numerose colonie batteriche.

La ricerca si esegue analizzando uno striscio vaginale al microscopio. In entrambi i sessi un'infezione cronica da Gardnerella causa una maggiore predisposizione a contrarre altre tipologie di infezione come quella da HIV, gonorrea ed herpes simplex. Nell'uomo è possibile che compaia una prostatite come conseguenza dell'infezione, mentre nelle donne possiamo avere come conseguenze:. Malattia infiammatoria pelvica: una patologia che coinvolge utero, ovaie e tube di Falloppio e che provoca forti dolori e in molti casi anche infertilità e sterilità poichè impedisce la fecondazione o l'impianto dell'ovulo fecondato.

Possono verificarsi inoltre aborti e precoce rottura delle membrane. La terapia di elezione per il trattamento delle infezioni da Gardnerella è la terapia antibiotica che viene stabilita dal medico sulla base di un antibiogramma, un esame di laboratorio volto ad individuare quali siano i migliori antibiotici per il trattamento dell'infezione. Gli antibiotici maggiormente utilizzati, per entrambi i partner, sono:.

Il suo meccanismo di azione quello di impedire la sintesi del DNA del batterio impedendone quindi la replicazione e la moltiplicazione. La terapia locale dura circa 5 giorni mentre va prolungata per almeno una settimana la terapia sistemica, che solitamente si esegue per via orale.

Rappresenta il farmaco di elezione per il trattamento della Gardnerella. Clindamicina: agisce a livello della sintesi proteica del batterio impedendone il corretto assemblaggio. Ovuli vaginali: Gli ovuli vaginali utilizzabili dalle donne, contengono sostanze disinfettanti, come la clorexedina cloridrato, che aiutano a contrastare l'infezione batterica.

I rimedi naturali sono da considerarsi come adiuvanti alla terapia farmacologica nel trattamento della sintomatologia e possono aiutare ad accelerare il processo di guarigione. Per l'infezione da Gardnerella i rimedi naturali e casalinghi più indicati sono:.

Alimentazione: povera di zuccheri semplici in quanto il batterio si nutre prevalentemente di questa sostanza. La dieta La prostatite si trasmette per via orale essere quindi priva di bevande zuccherine, zucchero semplice e dolci. Inoltre è bene che nella dieta siano presenti alimenti proteici in quanto le proteine aiutano il sistema immunitario a produrre anticorpi. Eseguire dei lavaggi vaginali: con una soluzione a base di aglio, da farsi con due spicchi d'aglio in un litro di acqua calda La prostatite si trasmette per via orale cui aggiungere anche due cucchiai di aceto.

L'aglio contiene infatti allicina, un principio attivo che gli conferisce proprietà antibiotiche e antibatteriche naturali. Eseguire una lavanda vaginale: con acqua e bicarbonato di sodio. Quest'ultimo infatti ha un blando effetto disinfettante e aiuta a contrastare i cattivi odori causati dall'infezione. Applicare a livello vulvare creme: a base di fitoterapici quali consolida maggiore, che contiene principi attivi quali consolidina, tannini e resine, che ha proprietà decongestionanti e antinfiammatorie, o iperico, contenente iperina, rutina e iperforina, che gli conferiscono proprietà antibiotiche e antibatteriche.

Assumere granuli omeopatici: di Medorrhinum e di Psorinum, indicati quando vi è la presenza di leucorrea maleodorante. La posologia varia in base ai casi. È importante anche seguire alcune strategie comportamentali che danno la possibilità di ridurre il rischio di contrarre questa infezione.

Vediamo quali sono? Al fine di prevenire le infezioni da Gardnerella vaginalis vi sono delle strategie comportamentali molto importanti, che possono ridurre il rischio di contrarre la patologia. Tra queste strategie abbiamo:. Non indossare per troppo tempo il costume bagnato, in questo modo si crea infatti un ambiente umido che favorisce l'aumento dei batteri.

Non scambiare biancheria intima o asciugamani utilizzati con l'igiene intima con altre persone per evitare la contaminazione batterica. Evitare di avere rapporti occasionali La prostatite si trasmette per via orale protetti con partner sconosciuti. Non utilizzare detergenti intimi troppi aggressivi ed evitare di fare frequenti lavande vaginali.

Questo potrebbe portare ad un'alterazione del pH vaginale che provoca la proliferazione di alcuni batteri. Il flusso mestruale costituisce un ambiente adatto alla proliferazione batterica specialmente se l'assorbente o il salvaslip non vengono cambiati frequentemente. Di conseguenza si consiglia di cambiare ogni 2 - 3 La prostatite si trasmette per via orale l'assorbente o il salvaslip durante il ciclo mestruale per evitare la proliferazione dei batteri.

Quali sono le cause di proliferazione? Le cause che determinano l'aumento del numero di questi batteri possono essere: Rapporti sessuali completi: con eiaculazione in vagina. Vediamo ora quali sono i sintomi di questa patologia. Sintomi dell'infezione nell'uomo e nella donna.

Tuttavia nei casi in cui l'infezione sia invece sintomatica si riscontrano i seguenti sintomi tipici: Odore caratteristico di pesce marcio: molte donne riferiscono di La prostatite si trasmette per via orale una vera e propria puzza di pesce.

Secrezioni maleodoranti: dal glande di colore biancastro. Glande arrossato: e gonfio, raramente pruriginoso. Tra i test utilizzati per diagnosticare la presenza di questo batterio abbiamo: Tampone: il tampone vaginale, nella donna, e uretrale, nell'uomo, consente di osservare al microscopio e avvalendosi dell'utilizzo di alcuni reagenti, le secrezioni vaginali o uretrali al fine di identificare la presenza di anomalie e di batteri.

Conseguenze della gardnerella. Nell'uomo è possibile che compaia una prostatite come conseguenza dell'infezione, mentre nelle donne possiamo avere come conseguenze: Malattia infiammatoria pelvica: una patologia che coinvolge utero, ovaie e tube di Falloppio e che provoca forti dolori e in molti casi anche infertilità e sterilità poichè impedisce la fecondazione o l'impianto dell'ovulo fecondato.

La terapia più utilizzata è quella antibiotica. Rimedi naturali da associare alla terapia farmacologica. Per l'infezione da Gardnerella i rimedi naturali e casalinghi più indicati sono: Alimentazione: povera di zuccheri semplici in quanto il batterio si nutre prevalentemente di questa sostanza. Se si sta seguendo la terapia è bene evitare, per entrambi i partner, l'attività sessualesia per evitare il contagio qualora uno dei due partner non sia già stato contagiato, sia per accelerare il processo di guarigione.

Candida intestinale: sintomi, diagnosi, cura, dieta e rimedi naturali Micosi delle unghie di mani e piedi: cause, cure e rischi dell'onicomicosi Clamidia: sintomi, terapia, contagio e rischi per l'uomo e la donna Disprassia: cos'è? Sintomi, cause, diagnosi, trattamenti e tipologie Aneurisma: tipologie, sintomi, cause, conseguenze e terapie Vene varicose: sintomi, cause, rimedi, intervento e prevenzione delle varici.

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy.

Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.