Il cancro alla prostata con bassi livelli di testosterone

I costi della prostata MRI

Il testosterone è un ormone steroideo del gruppo androgeno prodotto principalmente dalle cellule di Leydig situate nei testicoli e, in minima parte, dalle ovaie e dalla corteccia surrenale. La sua produzione è influenzata molto dall'ormone luteinizzante LH.

È presente anche nelle donne che, rispetto agli uomini, hanno una maggiore tendenza a convertire quest'ormone in estrogeni. La desinenza -one è dovuta alla presenza il cancro alla prostata con bassi livelli di testosterone un gruppo chetonico CO sull'atomo C3 del primo anello del carbonio [A] dello steroide. Nell'uomo è deputato allo sviluppo degli organi sessuali differenziazione del testicolo e di tutto l' apparato genitale e dei caratteri sessuali secondari, come la barbala distribuzione dei peliil timbro della voce e la muscolatura.

Il testosterone nell'età puberale interviene anche sullo sviluppo scheletrico, limitando l'allungamento delle ossa lunghe ed evitando in questo modo il cancro alla prostata con bassi livelli di testosterone crescita spropositata degli arti.

Nell'uomo adulto i livelli di testosterone giocano un ruolo molto importante per quanto riguarda la sessualitàil cancro alla prostata con bassi livelli di testosterone muscolo il cancro alla prostata con bassi livelli di testosterone, la vitalità e la buona salute, intesa soprattutto come protezione da malattie metaboliche come ipertensione e diabete mellito e secondo recenti studi anche sulla depressione.

Contribuisce a garantire la fertilità in quanto stimola la maturazione degli spermatozoi nei testicoli. Inoltre influenza qualità e quantità dello sperma prodotto poiché opera sulle vie seminali e sulla prostatadeputate alla produzione di sperma. Il testosterone regola anche il desiderio, l'erezione e la soddisfazione sessuale: infatti ha la funzione di "mettere in sincronia" il desiderio sessuale con l'atto sessuale vero e proprio, regolando l'inizio e la fine dell'erezione del pene.

Un deficit di libido desiderio sessuale è spesso associato a una disfunzione del testosterone. Il testosterone è utilizzato farmacologicamente sia in uomini sia in donne, qualora vi siano alterazioni nei suoi livelli. Il testosterone è presente in tutti i vertebrati con l'eccezione dei pesci che sostituiscono quest'ormone con l' ketotestosterone. Ha una forte azione di inibizione dell'insulinoresistenza, quindi aumenta la sensibilità del tessuto muscolare a captare i nutrienti, in particolare gli amminoacidi.

In questo stadio promuove la crescita ossea e muscolare ed è responsabile della differenziazione sessuale. Le sieroconcentrazioni non sono "parallele" alla sintesi, perché oltre alla quantità di testosterone sintetizzato subentrano altrettanto complessi meccanismi di trasformazione e di smaltimento metabolico sulla concentrazione ematica.

Il testosterone è sintetizzato dalle cellule di Leydig nell'interstizio testicolare a partire dal colesterolo. La maggior parte si lega poi all'albumina e al SHGB sex hormone-binding globulin ematica.

Il pomeriggio prevalgono i processi metabolici decompositori e la testosteronemia si abbassa lentamente fino alla di notte. Le cellule di Leydig, stimolate dall'ormone luteo LH proveniente dall'ipofisi, producono il testosterone a partire dal colesterolo nell'interstizio dei testicoli e lo forniscono ai tubuli seminiferi per la regolazione della spermatogenesi.

Una parte viene usata per la sintesi periferica di di-hydro-testosterone e estradiolo, un'altra viene metabolizzata per essere smaltita. Il testosterone e l'estradiolo in circolazione "frenano" a monte la produzione di ormone luteo LH, ormone follicolostimolante FSH e l'ormone di rilascio di gonadotropine.

Tramite questo circuito regolativo si instaura un ritmo circadiano giornaliero di concentrazione di testosterone nel siero ematico. In passato si pensava che il testosterone avesse funzioni prettamente sessuali, recentemente si è scoperto che il suo ruolo va molto oltre la mera sessualità e coinvolge tutto il corpo.

La carenza di testosterone ipogonadismo è associata a molte malattie come il cancro alla prostata con bassi livelli di testosterone erettiledemenzaosteoporosidiabete mellito di tipo 2obesitàmalattie cardiovascolari e sindrome metabolica. Il testosterone legato ad SHBG non è biodisponibile. Il testosterone biodisponibile è dato dalla somma del testosterone libero DHT e del testosterone legato ad albumina.

Ci sono diversi test ematici per determinare il testosterone totale nel siero, ma i valori sono da usare con prudenza, perché non includono testosterone metabolicamente attivo. Di contrasto il testosterone libero è sintomaticamente e diagnosticamente più affidabile. La misurazione diretta è molto costosa e varia notevolmente tra laboratorio e laboratorio. Viste le forti variazioni circadiane, è preferibile che i campioni siano rilevati in mattinata anche se non è definito nella letteratura a cui si è fatto riferimento.

Il medico persiano dell' VIII secolo d. In periodi più recenti dapprima il fisiologo francese Claude Bernard nel e soprattutto il suo connazionale Charles Brown-Sequard nel formularono l'ipotesi della secrezione endogena integrativa per consentire una organoterapia. I primi trapianti testicolari vennero effettuati intorno al e nel il chirurgo Loe L.

Il testosterone è indicato principalmente nella terapia dell' il cancro alla prostata con bassi livelli di testosterone. A livello di ricerca scientifica sembra avere una promettente efficacia contro infartomalattie cardiocircolatorie [12]anemia [13]diabete mellito [3] [9] [10]osteoporosi e altre malattie metaboliche [13]depressione [14]. Negli USA, in Canada e in Nuova Zelanda dopo il si è avuto un aumento esplosivo delle vendite di testosterone nell' invecchiamento e nei problemi età correlati.

I farmaci a base di testosterone sono stati studiati e approvati nelle forme di ipogonadismo con bassi livelli di testosterone endogeno. Suggerendo che bassi livelli di testosterone sono correlati con l'invecchiamento e con la bassa libido maschile si è fatta una "indebita" pressione sulla popolazione il cancro alla prostata con bassi livelli di testosterone la possibilità di "risolvere" un problema tipico dell'età, secondo una tipica strategia di disease mongering.

Inoltre è stato tentato di spostare il valore patologico del livello serico del testosterone circolante agendo sulle categorie di medici specialisti. Il testosterone viene impiegato nella terapia ormonale insieme alla chirurgia plastica nel processo di transizione FtMdal sesso femminile a quello maschile. Lo scopo è quello di mascolinizzare il corpo. Tale terapia dura tutta la vita diminuendo il dosaggio man mano che l'età avanza. La maggioranza degli studi non ha trovato un aumento di rischio di cancro alla il cancro alla prostata con bassi livelli di testosterone tra i soggetti che assumono testosterone, tuttavia l'assunzione di questa sostanza dovrebbe essere attentamente valutata ed eventualmente monitorata in persone che hanno un cancro alla prostata o che per familiarità sono soggetti a questa malattia [13].

Il testosterone rientra fra le sostanze proibite durante l'attività sportiva agonistica sia in allenamento sia in gara The Prohibited List World Anti-Doping Codeil suo uso a fini sportivi viene considerato doping. Altri progetti.

Scheletro : Osteocalcina. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Disambiguazione — Se stai cercando l'omonimo film delvedi Testosterone film. Apparato endocrino. Elsevier srl, ISBN Hobermann e Charles E. Yesalis", pubbl. Altri progetti Wikiquote Wikizionario Wikimedia Commons. Portale Biologia. Portale Medicina. Categorie : Farmaci per la disfunzione erettile Androgeni Steroidi.

Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra. Namespace Voce Discussione. Visite Leggi Modifica Modifica wikitesto Cronologia. In altri progetti Wikimedia Commons Wikiquote. Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo ; possono applicarsi condizioni ulteriori.

Vedi le condizioni d'uso per i dettagli. G03 BA Ghiandola pineale : melatonina.