Mio marito ha il cancro alla prostata e il cancro osseo fase 4 come dal vivo

Infusi trattamento della prostata

Visitano il forum: Google [Bot] e 0 ospiti. Logout Logout Iscriviti. Passa al contenuto. Collegamenti Rapidi. Se mio marito ha il cancro alla prostata e il cancro osseo fase 4 come dal vivo sorgere domande o ambiguità, favorite rivolgervi alle consulenti specializzate della Linea cancro.

Numero gratuito 11 88 11 oppure e-mail helpline krebsliga. Dopo chemioterapia intensa e intervento con HIPEC lo scorso luglio, il trattamento è proseguito con Avastin ma, essendo lei debole e la chemioterapia aggressiva, ora ha una leucemia mieloblastica acuta con cromosoma sfavorevole, trattata con Vidaza: primo ciclo nel mese di febbraio, poi a marzo solo tre punture perché ho dovuto portarla d'urgenza in ospedale a causa di occlusione e versamento.

Ci hanno detto che probabilmente il cancro ovarico è in progressione a causa del versamento e di CA a All'ospedale hanno interrotto di colpo tutte le terapie poiché era debole per via dell'occlusione che non sono riusciti a curare e l'hanno subito trasferita in un ospedale specializzato in cure palliative. Ma io conservo la speranza che qualcosa si possa fare, l'ho detto anche in ospedale.

Loro cercheranno di stabilizzarla perché né io né mia madre intendiamo mollare, ma la mia domanda adesso è se non ci sia un altro mezzo per salvare mia madre perché hanno sospeso tutte le terapie contro il cancro.

Con il Suo messaggio ci ha resi partecipi delle vicissitudini di Sua madre. Ha descritto la sua malattia, il cancro dell'ovaia, le sue complicazioni, le terapie a cui è stata sottoposta. Ma ha parlato anche della speranza, Sua e di Sua madre, di poter vincere la malattia. Sta cercando altre opzioni di trattamento per salvarla e ci chiede di illuminarla in tal senso. Siamo sinceramente dispiaciuti e comprendiamo molto bene il Suo smarrimento.

Queste organizzazioni potranno indirizzarla a un centro di trattamento nel Suo Paese, darle un recapito per un secondo parere o, più semplicemente, fornirle un sostegno. Vorrei sapere se durante il rapporto sessuale vi è il rischio di trasmettere il Pap4a? È contagioso? È molto importante che lo sappia. Al momento sono sola, ma di recente ho conosciuto un uomo. Molte grazie della risposta. Dal momento che non riguarda il cancro alla tiroide, abbiamo rinunciato a trasmetterla al nostro esperto.

Questo cambiamento è del tipo Pap IVa, il che corrisponde a uno stadio precanceroso di grado elevato. Nei prossimi tempi è previsto un intervento chirurgico.

Lei ci chiede se tramite il rapporto sessuale è possibile contagiare il proprio partner. Discuta la questione anche con la sua ginecologa o con il suo ginecologo.

Domanda di lottchen: Salve, mia mamma 71 e sua sorella, di due anni più giovane, sono entrambe affetta da cancro al seno. Tutte e due si sono sottoposte a un prelievo di sangue per il test genetico BRCA. Hanno anche una sorella più anziana 77 alla quale nel sono state asportate entrambe le mammelle a titolo preventivo. Un test genetico deve mio marito ha il cancro alla prostata e il cancro osseo fase 4 come dal vivo preceduto da approfonditi esami preliminari.

Per i casi in cui vi è il sospetto di rischio di cancro dovuto a predisposizione genetica, esistono appositi centri specializzati che offrono sostegno psicologico. Qualora non dovesse ottenere automaticamente una rispettiva offerta, le consigliamo di informarsi su questa possibilità.

Domanda di erbo Esistono studi sugli effetti di capsule di Graviola contro il cancro del pancreas? Ad oggi gli effetti sono stati provati solo in vitroovvero in provetta. Per questo motivo non possono raggiungere il tumore. Stando alle informazioni a nostra disposizione, non ce ne sono.

Al momento, non ho più disturbi per quanto riguarda il sarcoma. I sintomi relativi alla menopausa vampate mi causano tuttavia ancora parecchi problemi. Ho inoltre fatto più fatica del previsto ad accettare il fatto di essere in menopausa già a 35 anni e di non poter avere più figli.

Sono alla ricerca di un forum che mi dà la possibilità di mettermi in contatto con persone che si trovano in situazioni simili alla mia donne o uomini. Avete qualche consiglio da darmi in merito? Di tanto in tanto seguo una terapia presso una psico-oncologa. Ora è alla ricerca di un forum entrare in contatto con donne interessate da problemi simili. Vale sicuramente la pena creare un contributo su questo argomento. Anche la Lega cantonale contro il cancro della sua regione è lieta di aiutarla a trovare una possibilità di scambio con altre giovani donne affette da cancro che vogliono avere figli.

Le auguriamo vivamente di trovare al più presto persone in situazioni simili alla sua. È inoltre auspicabile il proseguimento della terapia con la sua psico-oncologa. Domanda di manfred: Buongiorno, mio marito di 67 anni è affetto da cancro al colon, stadio finale. Ho molta paura del progredire della malattia.

Vorrei curarlo a casa. Mio marito non vuole sottoporsi a una chemioterapia. Al momento riceve cortisone due volte per settimana. Dovrà rimanere a letto per il resto della sua vita? Non so più come andare avanti. A tutto questo si aggiunge un enorme problema: non è assicurato presso nessuna cassa malati.

Risposta del team della Linea cancro: Buongiorno manfred, è difficile prevedere il decorso di un cancro intestinale; il progredire della malattia varia infatti da individuo a individuo. I suoi timori in rapporto a un possibile peggioramento dello stato di salute di suo marito sono comprensibili. Chieda a suo marito se è disposto ad accettare un aiuto esterno offerto da infermiere specializzate in oncologia.

Lei ci scrive invece che suo marito non è assicurato. Mio marito ha il cancro alla prostata e il cancro osseo fase 4 come dal vivo pertanto che non sia residente in Svizzera. Tuttavia, non so come comportarmi.

Ho paura di dire o di fare qualcosa di sbagliato. Ma soprattutto, quali sono le conseguenze di una chemioterapia per una bambina di questa età? Come posso rendermi utile al mio ragazzo? Cosa significa stadio 2a? Quanto dura una chemio? Risposta del team della Linea cancro: Buongiorno Rebelde, il suo ragazzo ha una figlia affetta dal cancro che non ha ancora avuto modo di conoscere e si chiede quale sia il modo migliore per sostenere il suo partner.

Offrendo al suo ragazzo il suo aiuto, ha già compiuto un importante passo. Non abbi timore di commettere sbagli. Per lui al momento rappresenta un grande sostegno: egli ha infatti la possibilità di condividere le proprie mio marito ha il cancro alla prostata e il cancro osseo fase 4 come dal vivo e le proprie paure con lei.

È fondamentale che anche lei, a sua volta, abbia la possibilità di porre domande e parlare dei suoi timori. È impossibile prevedere gli effetti di una chemioterapia in una bambina di nove anni. Le reazioni variano da individuo a individuo. Spesso aiuta parlare con una persona specializzata. Cordiali saluti, Tattoo-Girl Risposta del team della Linea cancro: Salve Tattoo-Girl, è vero che nelle zone del corpo sulle quali sono applicati i tatuaggi, la crema solare non è in contatto con la pelle.

È probabile che, grazie ai pigmenti colorati, le immagini autoadesive proteggano la pelle dai raggi UV. Nessun commerciante di tatuaggi autoadesivi è tuttavia disposto confermare questa ipotesi. Per questo motivo, la crema protettiva deve essere ampiamente spalmata su tutti i mio marito ha il cancro alla prostata e il cancro osseo fase 4 come dal vivo di pelle non protetti da vestiti e anche sopra agli adesivi. Dopo la rimozione degli autoadesivi, la pelle sottostante potrebbe produrre meno pigmenti e pertanto essere particolarmente a rischio di scottature e di conseguenza va protetta.

Da due anni soffriva di tumore al sistema biliare. Questa settimana sono rimasta con lei fino alla fine. Mi rendo conto che ora non deve più soffrire, ma non riesco a togliere quelle immagini dalla testa; inoltre, faccio fatica ad addormentarmi e ad affrontare la vita quotidiana.

Risposta del team della Linea cancro: Cara Chery, come prima cosa, vogliamo porgerle le nostre più sentite condoglianze e partecipare al suo dolore. La perdita di una persona cara è un evento molto doloroso. Dalle sue righe posso evincere che sua mamma ha alle spalle un lungo periodo caratterizzato dalla malattia e dai dolori. Pur sapendo che è stata liberata dalle sofferenze, non riesce né a rimuovere le immagini della malattia, né a dormire e né ad affrontare la via quotidiana.

Per superare periodi difficili come questi, il nostro cervello mette in moto specifici meccanismi di protezione che riducono il coinvolgimento emotivo.

Ora sua mamma è morta ed è giunto il momento di affrontare le numerose impressioni e sensazioni che si manifestano. Questo processo richiede ulteriori sforzi e tanto tempo. Inoltre sprigiona molte emozioni. Quando questo carico diventa insopportabile, è importante e necessario cercare aiuto. Rimaniamo volentieri a sua disposizione per un eventuale colloquio. Anche la Lega contro il cancro della sua regione mio marito ha il cancro alla prostata e il cancro osseo fase 4 come dal vivo lieta di offrirle il proprio sostegno e di accompagnarla in questa difficile fase della sua vita.

Le auguro di cuore buona fortuna e spero che le brutte esperienze vissute a causa della malattia di sua madre possano svanire al più presto per fare posto ai bei momenti che ha passato insieme a lei. Domanda di valentina caddeo: salve, volevo porre una domanda riguardo la radio terapia o raggi ;so che anni fa quando veniva fatta questo tipo di terapia i familiari non potevano stare accanto al paziente;mio suocero è appena stato operato di tumore alla lingua e dovrà questa terapia,io ho un bimbo di soli 5 mesi;come ci dobbiamo comportare???

Risposta del team della Linea cancro: Buongiorno valentina caddeo, Non è permesso rimanere nella sala in cui si effettua il trattamento. Tuttavia, Suo suocero non emetterà radioattività al termine del trattamento di radioterapia a fasci esterni o di brachiterapia e non costituirà, quindi, un pericolo né per i familiari adulti, né per il suo nipotino di 5 mesi.

Domanda di beppe: Buonasera, Vorrei sapere se in Svizzera ci sono possibilità di cure innovative per il trattamento della Leucemia Mieloide Acuta.